L’emergenza coronavirus si è abbattuta sulle partita iva decretando uno stop totale: cosa puoi fare adesso per portare il tuo lavoro online e trasformare questo periodo in un momento di miglioramento e crescita?

Ora che siamo chiusi in casa per l’emergenza coronavirus è evidente quanto è importante trasportare almeno parte della propria attività online, perché la partita iva non ci assicura né uno stipendio, né la cassa integrazione: dobbiamo agire. Ci sono molti professionisti, ma anche piccoli negozi, che ora si trovano fermi, senza la possibilità di guadagnare nulla. Ce ne sono altri, lungimiranti, che hanno portato almeno parte delle proprie attività sui dispositivi digitali, sfruttandone potenzialità e risorse. Inutile, ora, piangersi addosso: se ti trovi tra i primi, quello che puoi fare ora che hai tempo e sei a casa, è capire come muoverti per fare altrettanto, dedicarti proprio a rinnovare la tua presenza online, a strutturarla e renderla competitiva.

Procediamo per punti.

Partita iva ai tempi del coronavirus: 5 consigli per lavorare online

  • se non hai un sito, o non è sufficientemente aggiornato, questo è il momento di metterci mano, a iniziare dall’aspetto del brand . Questo ti servirà ovviamente anche in seguito!
  • se vendi servizi, ristruttura la tua offerta per poterli portare online utilizzando le piattaforme come Skype, Zoom, raggiungendo i tuoi clienti e continuando a lavorare
  • se vendi prodotti, forse questo può essere il momento giusto per implementare un e-commerce sul tuo sito e vendere online. Ci hai mai pensato? Questo mio articolo può darti qualche spunto, ma soprattutto ti spiega cosa ti serve burocraticamente!
  • prova a ripensare i tuoi servizi o i prodotti da un diverso punto di vista: forse puoi offrire formazione? Puoi organizzare un corso online? Ci sono molte piattaforme che possono fornirti supporto, magari puoi iniziare dalle dirette Facebook per far conoscere i tuoi servizi e consulenze, e poi offrire contenuti video ai clienti tramite YouTube o Vimeo
  • hai pensato di sfruttare i social o Whatsapp per le consegne a domicilio? Se sei costretto a restare chiuso, non è detto che tu non possa produrre e consegnare (con i corretti dispositivi di sicurezza) i prodotti a casa dei tuoi clienti. Devi solo farlo sapere e implementare la comunicazione sui tuoi canali.

Tutte queste operazioni puoi pensarle da solo, studiando e aggiornandoti proprio online. Infatti, molti professionisti offrono, in questo momento, webinar gratuiti o dirette su Facebook. Prendi spunto da loro!

Oppure, in particolare per rivedere il sito, l’operazione più strutturata e delicata, puoi affidarti a un professionista come me. Anche io faccio consulenza online! I miei servizi, proprio ora che le piccole attività e i professionisti sono a casa, sono molto gettonati proprio perché non è il momento per deprimersi e gettare la spugna. Durante l’emergenza coronavirus, specialmente se hai una partita iva, puoi capire cosa fare adesso per trasferire la tua attività online e non lasciarti sfuggire il lavoro.

Quando tutto ripartirà, non solo avrai investito il tuo tempo e avrai continuato a fatturare, ma ti ritroverai nuovi servizi messi a punto e nuove modalità per ampliare la tua attività.

Ti servono altri consigli? Non esitare a contattarmi!