I migliori page builder per WordPress

Home - WordPress - I migliori page builder per WordPress

I migliori page builder per WordPress

Quali sono i migliori page builder per lavorare su WordPress e creare siti? Ne parlo spesso durante gli incontri con i mentoree del percorso per web designer in erba: effettivamente, oramai, i page builder disponibili per WordPress sono tanti e all’inizio può essere difficile fare una scelta.

Innanzitutto chiariamo subito: che cos’è un page builder?

Un page builder è, letteralmente, un costruttore di pagine: un tempo, infatti, creare un sito era ad esclusivo appannaggio degli sviluppatori, perché le pagine si costruivano stringhe di codice su stringhe di codice. Mica facile, eh? E nemmeno veloce.

Poi sono arrivati i page builder che, tramite la funzione di drag and drop, permettono anche a chi ha competenze di sviluppo limitate di modificare o addirittura costruire le pagine del proprio sito, con tempistiche sicuramente accorciate. Ma sai qual è la differenza tra un web designer e uno sviluppatore? Qui sotto trovi un articolo in cui lo spiego, casomai desideri rispolverare qualche nozione di base!

Ma andiamo avanti a parlare dei nostri page builder.

Oggi, insomma, si possono modificare le pagine con alcuni page builder direttamente lato front end, con un’intuitività e una facilità di azione davvero incredibili anche per i principianti. Spesso, se consideriamo il cliente finale, questo significa che non è più necessario contattare il proprio web designer per ogni piccola modifica. Ma molto dipende, naturalmente, da ciò che si desidera fare.

Quali sono, a questo punto, i page builder migliori e che quelli che consiglio di utilizzare per costruire i siti? Anche qui, molto dipende dalle proprie esigenze personali, e ciò che è ottimo per me non è detto lo sia anche per te. Di sicuro, però, a livello di performance ce ne sono alcuni che al momento sono meglio di altri. Qui di seguito ti illustro vantaggi e svantaggi dei migliori page builder per WordPress, secondo la mia esperienza.


I 5 migliori page builder per WordPress

Elementor: Non è solo un page builder ma un site builder, e oserei anche dire uno dei migliori. È davvero facile e intuitivo da utilizzare anche per l’utente finale, grazie alla funzionalità drag and drop in modalità visual editor (ovvero, riesci a vedere le modifiche live mano a mano che le realizzi). Ottimo già nella versione free, super completo in quella a pagamento. È possibile creare pagine archivio, pagine prodotto completamente custom, header e footer personalizzati e qualsiasi altra parte del proprio sito web. Essendo un builder visivo non è leggerissimo, ma Elementor sta facendo passi da gigante anche con l’ottimizzazione delle performance!

Oxygen: Ha le stesse funzionalità di Elementor, ovvero è un site builder visivo con drag and drop. A differenza di Elementor, si dice sia meglio ottimizzato, infatti nei page speed test realizzati da WPRocket su siti diversi ma con struttura simile e senza ottimizzazione delle performance, con plugin di cache i risultati sono a favore di Oxygen. Personalmente, lo trovo molto più macchinoso da utilizzare e credo risulti molto più difficile da gestire in autonomia per il cliente finale. L’ho usato in un paio di progetti demo ma non ho mai messo online un sito con questo builder (anche se è sulla to do list! 😉)

Divi Builder: è il builder ufficiale del tema Divi, famosissimo e molto utilizzato, dicono sia semplice e intuitivo. Personalmente penso che o lo odi o lo ami, ed io sono tra quelli che lo odiano! 🤣 Lo trovo molto più macchinoso rispetto ad Elementor… L’ho usato su progetti già esistenti ma se posso evitare, lo evito! Va riconosciuto però che è un builder molto completo! A differenza di Elementor, utilizzabile anche nella versione free, Divi Builder è incluso solo con l’acquisto del tema Divi. Nota dolente: le performance!

Fusion Builder (Avada): È un builder visivo molto semplice da usare, in passato l’ho usato moltissimo, ma proprio come per Divi non è di certo il top in quanto a performance. Se vogliamo un sito veloce, l’ideale sarebbe evitare un builder visivo o investire in una ottimizzazione delle performance attraverso tool di terze parti (plugin di cache, un buon server, ottimizzazione dei file ecc).

WP Bakery: Molto famoso, personalmente non mi piace. Viene quasi sempre incluso all’acquisto di un tema, il problema è che non include la licenza per avere gli aggiornamenti automatici, quindi se non si è pratici aggiornarlo può diventare complesso. Inoltre è davvero poco performante. Spesso viene confuso con Visual Composer, in quanto sono molto simili. Tuttavia Visual Composer è un site builder (quindi ci consente di creare tutte le parti del nostro sito, incluso header e footer) mentre WP Bakery è solo un page builder.

E Gutenberg dove lo mettiamo? Gutenbger è un block builder, non propriamente un page builder. Ma di lui ne parlerò meglio in un’altro articolo 😉


Conclusioni

Come sempre, avrai capito che l’esperienza, la pratica e le singole esigenze sono elementi fondamentali per capire quale (o quali) possono essere i migliori page builder per la costruzione di siti in WordPress.

Hai dubbi o desideri approfondire qualche tematica legata al mondo del web design? Contattami e raccontami tutto, sarò felice di aiutarti con la mia esperienza.

Resta aggiornat@ sui nuovi articoli!

Iscrivi alla mia newsletter mensile - zero spam!

.

CONTATTI


Da remoto in tutto il mondo!

(+39) 379 204 2131

info@nicolecurioni.com

© 2011 - 2022 | Made with

by Nicole Curioni web.design

P.IVA 10530630960 - PRIVACY POLICY - COOKIE POLICY